Gino Severini

Cortona, 1883 - Parigi, 1966
opo aver aderito al movimento Futurista su invito di Filippo Tommaso Marinetti e di Boccioni, nell’aprile del 1910 firma il Manifesto tecnico della pittura futurista (ancora una volta insieme a Balla, Boccioni, Carlo Carrà, e Luigi Russolo). Severini contribuisce ad organizzare la prima mostra futurista alla “Galerie Bernheim-Jeune” di Parigi nel mese di febbraio del 1912 e partecipa alle successive esposizioni futuriste in Europa e negli Stati Uniti. A Londra, presso la Marlborough Gallery, è allestita la sua prima mostra personale, che successivamente viene presentata alla galleria Der Sturm di Berlino (entrambe nel 1913).


JavaScript appears to be disabled in your browser settings.
This website may not work properly.